Skip to main content
AEG | Help and Support

Macchie di ruggine sulle posate

"Acciaio inox" che non è inossidabile

L'acciaio noto come “acciaio inossidabile” è molto resistente alla ruggine. Il metallo forma uno strato protettivo sulla superficie, chiamato “strato di ossido”. Qualora la superficie sia danneggiata, ad esempio quando un coltello è graffiato, l’ossigeno circostante crea immediatamente un nuovo strato protettivo. Alcune sostanze possono tuttavia danneggiarsi e rovinare lo strato protettivo senza consentirne la rigenerazione. Ad esempio alimenti forti ad elevato contenuto di acido come sale, limone, aceto, ketchup e maionese. Anche i detersivi per lavastoviglie che contengono acido o cloro possono rovinare lo strato protettivo.

  • Non lasciare le posate con residui di cibo all’interno della lavastoviglie. Risciacquare le posate prima di metterle in lavastoviglie oppure avviare il ciclo di risciacquo della lavastoviglie se non deve essere avviata immediatamente. La ruggine sull’acciaio inossidabile può essere rimossa servendosi di un lucido per acciaio.
Stoviglie o posate che non contengono parti in acciaio inossidabile

Ad esempio taglia-formaggio o taglia-uovo con filo di taglio rovinato. Qualora le posate o altri strumenti in acciaio inossidabile siano stati esposti agli acidi della frutta, ad acido acetico, acido lattico o al sale per un lungo periodo di tempo, la ruggine si potrebbe diffondere

  • Non mettere questi oggetti o queste componenti all’interno della lavastoviglie.
Il rivestimento in plastica sui cestelli è danneggiato

Il rivestimento in plastica sul cestello della lavastoviglie è molto solido. È resistente alle sostanze chimiche quando vengono usati detersivi chimici o in caso di contatto con questi ultimi. I prodotti possono tuttavia essere danneggiati meccanicamente da tagli e abrasioni sul rivestimento in plastica; danni di questo tipo possono essere causati da lunghe lame affilate che vengono messe nel cestello. Quando c’è un foro nel rivestimento in plastica, viene rilasciata ruggine dal telaio metallico dei cestelli.

  • Provvedere alla sostituzione dei cestelli per risolvere il problema.
I tubi dell'acqua sono realizzati con metalli diversi
  • I tubi dell’acqua che portano alla lavastoviglie possono essere realizzati con molti materiali diversi, ad esempio acciaio galvanizzato, rame e ottone. I diversi metalli possono reagire fra loro causando corrosione all’interno dei tubi. La corrosione si trasforma in ruggine a causa dell’acqua che circola all’interno della lavastoviglie.
  • Contattare un idraulico e chiedere di effettuare un controllo della sorgente idrica che porta alla lavastoviglie.
Ruggine galleggiante 

Quando c’è ruggine all’interno della lavastoviglie, “galleggia” muovendosi all’interno dell’apparecchiatura durante il ciclo di lavaggio. Ecco da dove deriva il nome “ruggine galleggiante”. La ruggine galleggiante può fermarsi in qualsiasi punto della lavastoviglie. Ciò può causare chiazze scure sulla porcellana, molto simili alla ruggine. Si tratta di ruggine galleggiante “atterrata”, ad esempio, su un piatto.

  • La ruggine galleggiante che si è posata all’interno delle componenti della lavastoviglie va rimossa servendosi di polvere di acido citrico oppure utilizzando un prodotto per la pulizia dell’apparecchiatura.
  1. Versare della polvere di acido citrico o un prodotto per la pulizia per macchina nel contenitore del detersivo e avviare il ciclo intensivo.
  2. Al termine del ciclo, lasciare aperta la porta della lavastoviglie fino a che l’interno della lavastoviglie non sarà completamente asciutto.
  • La ruggine galleggiante che si è posata su tegami e posate può essere rimossa servendosi di un lucido per acciaio.